Medici, chirurghi, farmacisti e veterinari.

Il volume, edito dall’antica istituzione bolognese, è stato presentato martedì 5 febbraio 2019 presso la propria sede. La monografia ripercorre la storia della più antica Società costituita tra gli esercenti le professioni sanitarie (medici, chirurghi, farmacisti e veterinari) ancora in attività in Italia e nel mondo. Presenti l’attuale presidente Claudio Borghigli e gli autori del libro Roberto Corinaldesi past-president della Società Medica Chirurgica e Stefano Arieti segretario dell’istituzione.

“Nel 1829 la Società Medica Chirurgica di Bologna decise di affiancare alle pubblicazioni edite dalla Società stessa un periodico, che fu chiamato “Bullettino delle Scienze Mediche” – racconta il professor Roberto Corinaldesi – la rivista è giunta sino a oggi, risultando nel panorama delle riviste mediche mondiali seconda solo, per anzianità, alla prestigiosa rivista “Lancet”, il cui primo numero fu pubblicato nel 1823. La pubblicazione del “Bullettino” non ha mai subito interruzioni, sia per cause economiche, cui i soci hanno sempre – con gravosissimo impegno – fatto fronte, sia per motivazioni politiche”.

La Società vanta un patrimonio documentale, bibliografico e iconografico di primaria importanza, sotto il patrocinio del Ministero dei Beni e Attività Culturali.