L’istituzione della Fabbrica o Fabbriceria di San Petronio risale all’inizio della costruzione della Basilica nel 1390, quando il Comune di Bologna decise di ringraziare il santo patrono della città per la libertà riconquistata, stabilendo che il nuovo edificio dovesse affacciarsi sulla piazza Maggiore nelle quale si trovavano già le sedi del governo e dei magistrati cittadini. Un tempio votivo e civico.

Come d’uso nel Medioevo, la Fabbrica doveva curare la costruzione e in seguito la conservazione della Basilica e gestire le risorse economiche destinate a questo scopo. Oltre alle offerte della popolazione vi erano contribuzioni e tasse imposte a determinate categorie di operatori economici, eredità, pene pecuniarie applicate per alcuni reati e la gestione di un patrimonio immobiliare consistente principalmente nei fabbricati acquisiti in vista della loro demolizione per il completamento della Basilica.

La Fabbriceria era retta da membri del Senato bolognese, a sottolineare, anche quando il presidente venne nominato dal Papa, l’importanza che tale istituzione rivestiva per la città. D’altronde il cantiere di San Petronio ha modificato la topografia del centro di Bologna, ha fornito lavoro alle maestraenze e creato un “indotto”, dalla fornitura dei materiali di costruzione agli artigiani e ai commercianti in qualche modo coinvolti. Inoltre il cantiere ha costituito un richiamo per numerosi artisti di fama, da Jacopo della Quercia a Michelangelo, da Giulio Romano al Palladio, aprendo il mondo culturale locale a nuove esperienze.

Oggi la Fabbriceria da una parte tramanda la memoria di sei secoli di storia con il suo archivio, riordinato e inventariato, che raccoglie atti, carteggi, registrazioni contabili, disegni e stampe che documentano la vicenda costruttiva e artistica della Basilica e quanto ha riguardato San Petronio anche in epoca moderna e contemporanea. Dall’altra si occupa della manutenzione e del restauro del prezioso patrimonio storico e artistico che la Basilica conserva per le generazioni future.

Piazza Galvani 5
40124 Bologna
Telefono: 051 231415
info@basilicadisanpetronio.org
www.basilicadisanpetronio.org

6011 001